Cose da ammirare vicino a “Laura che crea Home”

Il Carnevale di Foiano

Il Carnevale di Foiano della Chiana è una manifestazione che si svolge annualmente a Foiano della Chiana, in Provincia di Arezzo. È uno dei più famosi e antichi carnevali italiani, risalendo la prima edizione al 1539. Partecipano al Carnevale di Foiano i quattro Cantieri (Azzurri, Bombolo, Nottambuli e Rustici) in cui è divisa la popolazione cittadina. Questi, durante l’anno, lavorano ciascuno su un carro allegorico, cercando di realizzarlo migliore degli altri. Il vincitore si aggiudica la Coppa del Carnevale.

foiano_Pagina_01_Immagine_0001

Siena

Distanza 40 min.

Siena è una tra le città d’arte più notevoli del mondo. Ha conservato la struttura medievale con lunghi quartieri di case antiche che si diramano tortuosamente fin sulle creste dei colli. Siena è un centro culturale di primaria importanza con le sue rinomate Università. Oltre al turismo, le più notevoli attività sono connesse all’agricoltura, assai sviluppata nella provincia, con produzione di vini, olio e allevamento di bestiame. Senza dubbio il più importante evento per la città è il Palio, antichissima rievocazione in costume risalente al Cinquecento che si tiene due volte all’anno: il 2 luglio e il 16 agosto. Il Palio è un’appassionante corsa di cavalli che si svolge nella centrale Piazza del Campo: in essa si sfogano le fiere rivalità tra le 17 contrade in cui è divisa la città.
foiano_Pagina_02_Immagine_0001

Perugia

Distanza 45 min.

Perugia è una città dell’Umbria, tipica e curiosa per la sua pianta a “tentacoli”, ossia i cinque rioni che, staccandosi dal nucleo centrale, si snodano su altrettante dorsali collinari. Centro culturale ricco di scorci pittoreschi e monumenti, è famosa anche per le sue numerose Università. Perugia è inoltre un centro agricolo, commerciale e industriale, rinomato per le sue industrie alimentari e dolciarie, tessili, meccaniche, del legno, poligrafiche.

foiano_Pagina_03_Immagine_0001

Montepulciano

Distanza 20 min.

Incantevole cittadina senese, si affaccia sulla Val di Chiana e la Val d’Orcia ed è singolare per il suo assetto urbanistico: vie principali poste longitudinalmente a livelli diversi e collegate da ripide viuzze talvolta sormontate da archi. Città nativa del Poliziano, ebbe una grande fioritura artistica nel tardo Rinascimento.

foiano_Pagina_04_Immagine_0001

Abbazia di Monte Oliveto

Distanza 20 min.

L’Abbazia di Monte Oliveto risale al 1300 e fu fondata da un eremita, un rampollo della nobiltà senese che decise di ritirarsi in questo luogo sperduto delle Crete insieme a due amici. Si trova precisamente nel comune di Asciano ed è ricca di opere d’arte e prodotti tipici, come ad esempio il rinomato liquore dei monaci, i mieli, le tisane, olio e vino.

foiano_Pagina_05_Immagine_0001

Abbazia di San Galgano

Distanza 1 ora e 30 min.

I resti del complesso monumentale dell’Abbazia di San Galgano si ergono, solitari e maestosi, ai piedi della collinetta di Montesiepi, nella campagna senese sud-occidentale e, nonostante la loro incompletezza, costituiscono una delle testimonianze più significative dell’architettura gotica cistercense in Italia. Suggestiva la spada conficcata nella roccia da Galgano nella cappella di Montesiepi, una piccola chiesa collocata a poche centinaia di metri dall’Abbazia.

foiano_Pagina_06_Immagine_0001

San Quirico d’Orcia

Distanza 40 min

San Quirico è un borgo fortificato situato lungo il tratto forse pù’ suggestivo della via Cassia. Le mura quattrocentesche sono quasi intatte e orlate di 14 piccole torri, all’interno delle quali si trova la magnifica collegiata romanica duecentesca. A ridosso delle mura si trovano gli orti Leonini, un parco pubblico adornato da un giardino all’italiana ed un bosco di lecci.

foiano_Pagina_07_Immagine_0001

Gaiole in Chianti

Distanza: 1 ora

Centro vinicolo e di villeggiatura circondato da verdi poggi fittamente coltivati, si è sviluppato a metà del 1200 come luogo di mercato. Tra le principali attrattive il Castello di Brolio, costruito dai Fiorentini dopo il 1484, che costituisce uno dei primi esempi di fortilizio bastionato in area toscana.

foiano_Pagina_08_Immagine_0001

Colle di Val d’Elsa

Distanza: 1 ora

Distribuita su tre livelli urbanistici digradanti, Colle Val d’Elsa è celebre oggi per la produzione di cristalli artigiani di pregio, ma rappresenta anche un’importante meta turistica. Fiorita nel Medioevo accosta infatti scorci tipicamente medioevali (come il Castello, la parte più antica ricca di suggestive case-torri e strette viuzze lastricate) a un piglio di puro stampo rinascimentale (Palazzo Comunale e Palazzo Pretorio).

foiano_Pagina_09_Immagine_0001

Orvieto

Distanza: 1 ora

E’ un piccolo borgo dell’Umbria abbarbicato su una rupe di tufo. Il Duomo (1290) con la sua facciata a mosaico ospita una scultura marmorea della Pietà. Il Pozzo di San Patrizio (XVI secolo) dispone di una doppia scala a chiocciola. Una rete di grotte sotterranee testimonia le radici etrusche della cittadina. Manufatti di quel periodo, tra cui ceramiche e oggetti in bronzo, sono esposti al Museo Archeologico Nazionale.

foiano_Pagina_09_Immagine_0002

Assisi

Distanza: 1 ora

Assisi è una località di collina dell’Umbria, in Italia centrale. È il luogo di nascita di San Francesco (1181-1226), uno dei santi patroni d’Italia. La basilica di San Francesco è un’imponente chiesa su 2 livelli consacrata nel 1253. Gli affreschi duecenteschi che ritraggono la vita di San Francesco sono stati attribuiti, tra gli altri, anche a Giotto e Cimabue. La cripta ospita il sarcofago in pietra del santo.

foiano_Pagina_10_Immagine_0001

Bagni Termali

Distanza: 1 ora

Le risorse termali senesi si sparpagliano in modo uniforme su tutta la provincia: all’estremo lembo orientale le acque sulfuree di Rapolano, a sud le fonti di Bagno Vignoni e dove la terra di Siena degrada nella Maremma le terme di Petriolo. Immerso nella Val di Chiana, rinomato è il centro termale di Chianciano.

20140521121321_Sentiero della Bonifica - La Valdichiana aretina_big

Sentiero della Bonifica

Lunga pedalata (la lunghezza rappresenta l’unico elemento di difficoltà) sul canale Maestro della Chiana alla scoperta dell’antica civiltà etrusca. L’acqua è la protagonista assoluta di un territorio disegnato dalla natura e rimodellato dalla mano dell’uomo con un’opera ciclopica che ha invertito il corso stesso delle acque. Da evitare i mesi più caldi durante i quali questo percorso, totalmente pianeggiante, può rendersi davvero impegnativo per via dell’afa e dell’umidità.

Italiano
Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.